mercoledì, Luglio 24, 2024
HomeViaggiIsola di Jeju: paradiso di lava e leggende

Isola di Jeju: paradiso di lava e leggende

L’isola di Jeju, conosciuta anche come Jejudo, è una perla naturalistica situata a sud della penisola coreana. Questa isola vulcanica, la più grande dell’area, è celebre per la sua straordinaria bellezza paesaggistica e per la sua ricca biodiversità, che ha guadagnato il riconoscimento di Riserva della Biosfera UNESCO nel 2002, Patrimonio dell’Umanità nel 2007, e uno dei Nuovi 7 Wonders of Nature nel 2011.

Jeju si erge maestosa dalle acque del Mar Giallo, dominata al centro dall’imponente Monte Hallasan, un vulcano dormiente che rappresenta il punto più alto della Corea del Sud con i suoi 1.947 metri. Il monte è circondato da un parco nazionale e offre diversi sentieri escursionistici che conducono al suo cratere, dove si trova un lago. Il paesaggio di Jeju è costellato da formazioni di lava e tubi di lava, tra cui il sistema di grotte Manjanggul, uno dei tubi di lava più lunghi al mondo accessibili al pubblico.

La costa dell’isola è variopinta e affascinante, con lunghe spiagge di sabbia, scogliere rocciose e piccole insenature. La zona sud-occidentale è nota per le sue spettacolari colonne di lava a forma esagonale, simili a quelle della Giant’s Causeway in Irlanda. L’acqua cristallina e le formazioni sottomarine offrono un paradiso per gli appassionati di snorkeling e immersioni, con un’eccezionale visibilità e una ricca vita marina.

La flora di Jeju è particolarmente rigogliosa e varia, grazie al clima temperato e all’umidità proveniente dall’oceano. L’isola ospita una grande varietà di specie vegetali, alcune delle quali endemiche, come il rododendro di Jeju, che fiorisce in primavera rivestendo l’isola di un rosa intenso. Anche la fauna è unica, con una serie di specie endemiche che si sono adattate al particolare ambiente insulare. Tra queste, il piccolo rospo di Jeju e la salamandra gigante coreana sono di particolare interesse per gli ecologisti e gli amanti della natura.

Inoltre, l’isola di Jeju è nota per la cultura dei suoi abitanti, tra cui spiccano le “haenyeo”, le donne subacquee che si immergono senza attrezzatura per raccogliere frutti di mare, una pratica tradizionale che si tramanda di generazione in generazione e che è stata inserita nella lista del patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO.

Con le sue spettacolari bellezze naturali, le tradizioni culturali uniche e la sua atmosfera pacifica, Jeju attira milioni di visitatori ogni anno, offrendo loro un’esperienza che è allo stesso tempo avventurosa e rilassante.

Isola di Jeju: come raggiungerla e servizi

Per raggiungere l’isola di Jeju, considerata la sua posizione geografica, il mezzo più comodo e veloce è generalmente l’aereo. L’aeroporto internazionale di Jeju (CJU) è il terzo più trafficato della Corea del Sud e accoglie una grande varietà di voli nazionali e internazionali. Per i viaggiatori internazionali, il punto di partenza più frequente è l’aeroporto internazionale di Incheon, vicino a Seoul, che funge da principale hub per i voli diretti a Jeju. Anche altri aeroporti della Corea del Sud, come Gimpo a Seoul, Busan e Daegu, offrono collegamenti diretti all’isola.

Dopo aver atterrato all’aeroporto di Jeju, i visitatori hanno a disposizione diversi servizi per spostarsi sull’isola. Il più comodo è noleggiare un’auto direttamente in aeroporto, che consente la massima flessibilità per esplorare l’isola a proprio piacimento. Sono presenti diverse compagnie di noleggio auto internazionali e locali e i visitatori possono scegliere tra varie opzioni di veicoli, dai più economici ai modelli di lusso.

Per coloro che preferiscono il trasporto pubblico, l’aeroporto è servito da una rete di autobus che collegano diverse parti dell’isola. La stazione degli autobus si trova proprio fuori dall’aeroporto e gli autobus viaggiano verso le principali destinazioni turistiche e le città di Jeju. I biglietti possono essere acquistati direttamente alla stazione degli autobus o a bordo.

In alternativa, ci sono taxi disponibili all’esterno del terminal dell’aeroporto. I taxi a Jeju sono affidabili e il servizio è generalmente di buon livello, con tariffe ragionevoli. Per i visitatori che non parlano coreano, è consigliato avere l’indirizzo della destinazione scritto in coreano o utilizzare un’app di traduzione per comunicare con il tassista.

Per coloro che cercano un’opzione ancora più comoda, ci sono servizi di trasferimento privato che possono essere prenotati in anticipo. Questi servizi offrono l’accoglienza direttamente all’aeroporto e il trasporto fino alla propria destinazione sull’isola, spesso con veicoli di lusso e la possibilità di avere un autista che parla inglese.

Infine, per i turisti che desiderano avere una panoramica dell’isola subito dopo l’arrivo, sono disponibili tour guidati che partono dall’aeroporto e offrono itinerari personalizzati per scoprire le bellezze naturali e culturali di Jeju.

In sintesi, l’isola di Jeju è facilmente accessibile via aereo e offre una vasta gamma di servizi di trasporto che soddisfano le esigenze di tutti i viaggiatori, dal noleggio auto al trasporto pubblico, dai taxi ai servizi di trasferimento privato, fino ai tour guidati.

Attrazioni vicine ed escursioni

L’isola di Jeju è un vero e proprio gioiello della Corea del Sud, ricca di attrazioni naturalistiche e di luoghi di interesse culturale che ne fanno una meta imperdibile per viaggiatori da tutto il mondo. Il cuore pulsante di Jeju è il Monte Hallasan, un vulcano dormiente e il punto più alto del paese, che invita gli escursionisti a esplorare i suoi sentieri e a raggiungere il cratere al vertice, dove si trova un pittoresco lago. La risalita non è solo un’avventura fisica, ma anche un’immersione nella biodiversità dell’isola, con boschi di conifere e prati fioriti che offrono scenari mozzafiato.

Sulle coste di Jeju, le attrazioni geologiche come il Tuff Cone di Seongsan Ilchulbong, conosciuto anche come “Sunrise Peak”, affascinano i visitatori. Questa formazione vulcanica si eleva maestosamente dal mare, offrendo uno spettacolare panorama, soprattutto all’alba. Da non perdere è la visita alla Jeongbang Waterfall, che si distingue come l’unica cascata in Asia a cadere direttamente nell’oceano. Gli amanti del mare possono invece esplorare le acque cristalline intorno all’isola, che offrono un’ottima visibilità e un’abbondante vita marina per snorkeling e immersioni subacquee.

Jeju è inoltre famosa per il suo reticolo di tubi di lava, tra cui spicca la Grotta di Manjanggul, uno dei più lunghi tubi di lava al mondo aperti al pubblico. Le imponenti colonne di basalto nei pressi della spiaggia di Jungmun e le scogliere di Jusangjeolli sono altri esempi dell’incredibile attività vulcanica che ha plasmato l’isola.

Un aspetto fondamentale della cultura locale è rappresentato dalle “haenyeo”, le donne subacquee di Jeju, le quali si immergono fino a 20 metri senza l’ausilio di attrezzature per la respirazione per raccogliere frutti di mare, una tradizione ora riconosciuta dall’UNESCO come Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità. La vita delle haenyeo può essere esplorata in diversi musei e attraverso dimostrazioni pratiche.

Per i visitatori interessati alla storia e alla cultura, il Folk Village di Jeju offre un tuffo nel passato, permettendo di vedere da vicino le tradizionali abitazioni in pietra e i tetti di paglia, mentre il Museo Nazionale di Jeju fornisce un approfondimento sulla storia e l’arte dell’isola.

Escursioni a cavallo, passeggiate a piedi lungo le spiagge di sabbia fine e trekking attraverso campi di fiori selvatici sono solo alcune delle attività che si possono intraprendere a Jeju. Per una completa immersione nella natura, i visitatori possono anche percorrere il sentiero costiero di Olle, che si snoda per circa 200 chilometri lungo la costa dell’isola, offrendo viste panoramiche e collegando molte delle attrazioni principali di Jeju.

Con i suoi paesaggi mozzafiato, le attività all’aria aperta, le ricchezze culturali e le attrazioni geologiche, Jeju offre un’esperienza vacanziera che soddisfa un’ampia gamma di interessi e preferenze, rimanendo impressa nei ricordi dei suoi visitatori.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments