Le 5 ragioni per le quali investire in obbligazioni convertibili

Investments |1 settimana fa

Nell’attuale contesto di bassi rendimenti, per cercare maggiori opportunità si devono accettare per maggiori rischi. La ricerca di rendimento, coniugata alla preservazione del patrimonio, è un’equazione sfidante per gli investitori. La più “vecchia” asset class, che offre un’esposizione ai mercati azionari con un profilo rischio rendimento asimmetrico, è costituita dalle obbligazioni convertibili e risale alla metà del 19esimo secolo.

Secondo Pierre Luc Charron, Head of Convertible Bonds e Stephan Eckhardt e Sabine Duchesne, Investment Specialists di Amundi, “mentre l’opzione di conversione offre un’esposizione azionaria, la componente obbligazionaria fornisce resilienza nelle fasi di downside quando i mercati azionari scendono (effetto paracadute). Pertanto nel lungo periodo le obbligazioni convertibili generano rendimenti comparabili alle azioni ma con una volatilità dimezzata. Attualmente la gamma di emittenti va dalle piccole e medie imprese fino alle grandi aziende internazionali, coprendo l’intero spettro del merito creditizio. Il mercato è caratterizzato da una diversificazione globale (regionale, in termini di settore e posizione nel ciclo economico…). Un terzo delle società componenti l’Euro Stoxx 50 in questo momento ha in circolazione proprie obbligazioni convertibili”.

Nell’attuale contesto economico, le obbligazioni convertibili sono interessanti per le seguenti 5 ragioni:
1-Miglioramento del profilo rischio rendimento di un portafoglio diversificato: inserire obbligazioni convertibili in un portafoglio azionario, obbligazionario o bilanciato migliora lo sharp ratio.
2-Forte convessità: la sensitività azionaria è estremamente reattiva ai movimenti del mercato azionario. Aumenta nei mercati “bullish” (come spingere sull’acceleratore) e diminuisce nei periodi di discesa dei mercati azionari (agendo come un freno).
3-Importante attività di emissione: il dinamismo del mercato primario europeo, sostenuto da emittenti “blue chip” assicura il “ricambio” dell’universo di investimento e contribuisce alla sua convessità complessiva.
4-Miglioramento del merito creditizio: il crescente numero di emittenti investment grade riafforza la qualità della componente obbligazionaria e di conseguenza la resilienza dell’universo di investimento in un contesto di stress di mercato.
5-Bassa duration: la bassa sensitività ai tassi di interesse, connaturata alle convertibili, offer una buona opportunità di diversificazione in un contesto di tassi di interesse crescenti.

Diventa membro

Unisciti alla nostra Community e tieniti aggiornato sulle ultime news sulla finanza, sulle discussioni e sugli approfondimenti.

Diventa membro per iniziare la tua esperienza su Gooruf.