A investitori e aziende italiane il crowdfunding piace sempre di più

Investments |2 settimane fa

CORRE IL CROWDFUNDING ITALIANO

Crowdfunding in crescita in Italia: se nel 2016 erano state sottoscritte quote di capitale di rischio per 4,3 milioni di euro attraverso piattaforme online autorizzate come Crowdfundme.it, da inizio anno siamo già ad oltre 9 milioni. Merito certamente del nuovo regolamento dell’equity crowdfunding in Italia, che prova così a fare breccia non solo presso le “classiche” startup, ma anche piccole e medie imprese.

L’EQUITY CROWDFUNDING ATTRAE

Una campagna di equity crowdfunding può rappresentare una modalità abbastanza rapida (60-90 giorni) per raccogliere mezzi freschi per la propria azienda, ma anche un’ottima operazione di marketing per chi voglia fare conoscere i propri prodotti e servizi a un pubblico più ampio. Il meccanismo dell’equity crowdfunding sembra poi piacere e avvicinare anche quella fascia di risparmiatori che finora si erano tenuti lontani dall’investimento in capitale di rischio, anche perché si può provare a investire anche con cifre contenute.

GREEN ECONOMY TRA I SETTORI PIU’ CALDI

Tra i settori che in questo momento piacciono di più a chi frequenta le piattaforme di crowdfunding vi è la green economy, un comparto che interessa del resto anche acceleratori e venture capitalist in tutta Italia. Il prossimo 15 novembre, ad esempio, scadono i termini per inviare a SeedUp i propri progetti “green” per partecipare al contest “Dall’idea all’impresa green” che mette in palio un seed di 10 mila euro (il vincitore sarà annunciato il prossimo 15 dicembre al termine di una pitch elevator competition che coinvolgerà i 10 migliori progetti).

NEL 2018 NASCERA’ MERCATO SECONDARIO?

Per il 2018, mercati permettendo, la crescita del crowdfunding dovrebbe proseguire, come la stessa Crowdfundme pare scommettere. La società che gestisce la piattaforma leader di mercato in Italia ha di recente fatto sapere di essere impegnata, insieme allo Studio Legale Chiomenti, nella creazione di un mercato secondario dell’equity crowdfunding, di cui starebbe discutendo anche con le autorità di mercato. Se sono rose fioriranno, dunque, tanto per chi prova a raccogliere fondi quanto per chi vuole impiegarne attraverso le piattaforme italiane.

Diventa membro

Unisciti alla nostra Community e tieniti aggiornato sulle ultime news sulla finanza, sulle discussioni e sugli approfondimenti.

Diventa membro per iniziare la tua esperienza su Gooruf.