Il portiere del Milan, Gianluigi (Gigio) Donnarumma, di 18 anni, ha rifiutato un contratto annuale da 4,5 milioni di euro. E’ vero che forse andrà a guadagnarne di più ma il suo è un “no” che resta semplicemente pazzesco per ogni comune mortale. Per i tecnici si tratta di una cifra superiore al “prezzo della felicità”. Già, vi siete mai chiesti quanto costa la felicità? Panorama, insieme alla banca d’affari Merrill Lynch, ha trovato la risposta: circa 3 milioni di euro. Per la precisione 2.891.000 euro. Con questa cifra si può comprare la cosa più sognata, desiderata, agognata da tante donne e tanti uomini: smettere di lavorare e vivere di rendita.

Sì, assaporare il gusto di poter dire addio al capo ufficio, di urlare ai colleghi «lavoratori… tié» come Alberto Sordi nella celebre scena dei Vitelloni, di finirla per sempre con code in macchina, orari, ordini, stress e cedolini paga. Un sogno costoso: con 2,9 milioni di euro una famiglia media italiana può ritirarsi e vivere di rendita mantenendo un buon tenore di vita.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi le più importanti storie in Gooruf