Il “Jobs Act del lavoro autonomo” è entrato in vigore mercoledì 14 giugno. Ecco le 7 principali novità

1. Estensione anche ai padri del congedo parentale (per un totale di 6 mesi totali per i due genitori) entro i primi tre anni del bambino e con calcolo della contribuzione su un periodo di 18 mesi
2. Deduzione integrale delle spese di viaggio legate a un incarico professionale
3. Trattamento assistenziale per periodi di malattia grave che comporti inabilità assoluta assimilato alla degenza ospedaliera.
4. Spese di formazione e aggiornamento professionale con una deduzione del 100% e un tetto di 10mila euro annui.
5. La disciplina sui pagamenti nelle transazioni commerciali tra imprese e tra imprese e P.A. viene esteso anche alle transazioni tra lavoratori autonomoi e imprese
6. Viene estesa anche ai lavoratori autonomi la disciplina relativa all’abuso di dipendenza economica.
7. Cambia anche la disciplina dello smart working, ora definito, a differenza del telelavoro, come l’attività che viene svolta all’interno dei locali aziendali e in parte all’esterno, senza una postazione fissa, ed entro i soli limiti di durata massima dell’orario di lavoro giornaliero e settimanale.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi le più importanti storie in Gooruf