YOOX NET A PORTER SOTTOTONO – Yoox Net a Porter sottotono a Piazza Affari, dove il titolo dell’e-commerce di lusso italiano cede lo 0,81% a 23,31 euro a metà giornata, con poco più di 156 mila pezzi scambiati finora. Il titolo, che capitalizza 2,14 miliardi di euro circa, potrebbe in un futuro non molto distante vedere la rivale Farfetch debuttare a Wall Street, sempre che il gruppo, che di recente ha nominato  Natalie Massenet (già founder Net-a-porter, società poi rilevata dall’italiana Yoox per dar vita a Yoox Net a Porter) co-chairman non esecutivo a fianco del fondatore (nel 2008) e Ceo di Farfetch, José Neves.

FARFETCH PREPARA IPO A NEW YORK – Secondo indiscrezioni di stampa Neves sta cercando con l’aiuto di alcune banche d’affari di alzare la valutazione del gruppo verso i 5 miliardi di dollari (ossia poco meno di 4,5 miliardi di euro), rispetto agli 1,5 miliardi delle stime finora circolate. La quotazione dovrebbe avvenire entro i prossimi 18 mesi, anche se, come ha segnalato Sky News, fonti vicine all’operazione hanno sottolineato come non vi sia ancora un calendario fissato.

RIUSCIRA’ NEVES A OTTENERE VALUTAZIONI ELEVATE? – In una recente intervista a Business of Fashion lo stesso Neves aveva dichiarato come la quotazione fosse “un passo logico per il gruppo” oltre a rappresentare “il miglior modo per generare liquidità per gli investitori della società”. Finora Farfetch ha raccolto oltre 350 milioni di dollari da investitori di venture capital raccogliendo tra i propri azionisti nomi come Temasek Holdings, Idg Capital Partners, Advent e Condé Nast. La società dovrebbe aver chiuso il 2016 con vendite per 800 milioni di dollari, a +60% sull’anno precedente, contro gli 1,87 miliardi di euro di Yoox Net a Porter, che però ha visto crescere i ricavi solo del 12,4% rispetto al 2015.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi le più importanti storie in Gooruf