Una domenica da doppio colpo elettorale in Francia e Italia. Dalle urne è uscito un verdetto di ritorno alla normalità dopo l’onda della Le Pen in Francia e dei 5 Stelle in Italia. In tutto questo dovrebbero giovarne i mercati nel quadro di una tranquillità ritrovata in Europa e in Italia.

En marche di Macron si è aggiudicato la maggioranza assoluta dei seggi all’Assemblea nazionale e non avrà nemmeno bisogno di aspettare i ballottaggi in previsione tra due settimane per poter governare la Francia con una forza parlamentare che non si vedeva dai tempi di De Gaulle.

In Italia sconfitta dei 5 Stelle che non arrivano a nessun ballottaggio nei capoluoghi di provincia interessati da questo turno elettorale: ovunque se la vedranno centrodestra e centrosinistra dando luogo a ballottaggi più tradizionali.
I mercati, di conseguenza dovrebbero sorridere. Nello specifico Piazza Affari una volta digerita il boccone Montepaschi e sperando di digerire quelli avvelenati delle banche venete si avvia a un’estate che potrebbe vederla protagonista in positivo anche di più delle altre Borse europee. A spingerla potrebbero essere le banche e i titoli finanziari: alcuni analisti, i più ottimisti, stimano un rialzo fino al 15%.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi le più importanti storie in Gooruf

News Popolari