Conto alla rovescia per l’addio definitivo ai costi di roaming in Europa. Dal prossimo 15 giugno, infatti, non si pagherà più il sovrapprezzo roaming negli Stati Ue. Gli operatori cesseranno di addebitare le tariffe roaming ai propri clienti.

Ma, come evidenziato dalla Repubblica, la normativa europea consente agli operatori di stabilire un limite alla quantità di traffico roaming che gli utenti possono fare. Al momento, solo Fastweb Mobile ha indicato con esattezza i limiti (500 minuti e 1 GB), gli operatori principali hanno scritto nelle offerte che applicheranno i limiti solo se noteranno abusi o usi anomali (eccessivi) da parte dell’utente. Il roaming gratuito, inoltre, è garantito solo sul traffico incluso nella propria offerta, non su quello di eventuali opzioni applicate sul piano.

Ecco le differenze tra i principali operatori per le tariffe legate all’estero:

Wind 3 – Si tratta del primo operatore ad aver applicato (da maggio) il taglio del roaming e dal primo giugno ha rilanciato sulle tariffe per l’estero. In particolare, il portafoglio business si è arricchito di nuove opzioni roaming: “Mondo” (offerta per chi viaggia occasionalmente all’estero, con durata settimanale, valida in tutto il mondo), “Top Mondo” (offerta per chi viaggia nelle destinazioni Top, con durata mensile e rinnovo automatico, valida in 42 Paesi del mondo),  “Europa&Usa” (150 minuti/sms, 500 MB, a 10 euro la settimana).

Tim – L’operatore ha potenziato la propria offerta per l’estero: “Tim in Viaggio Pass” (per 10 giorni dal primo utilizzo all’estero, l’utente ha 10 Giga 4G, 500 minuti e 500 SMS validi in tutta Europa – compresi Paesi extra Ue – e negli Usa a 20 euro ogni quattro settimane), “Tim in Viaggio Pass Mondo” (con 30 euro, per 10 giorni dal primo utilizzo, 100 minuti, 100 sms e 500 Megabyte), “Tim Special Unlimited” (40 euro per minuti e sms illimitati sul territorio nazionale di cui 3000 utilizzabili anche in Europa e Usa e 6 Giga fruibili sia in Italia che nei Paesi europei e negli Stati Uniti).

Vodafone – Vodafone Italia è stato il primo a eliminare il costo di roaming su alcune delle proprie offerte, da maggio 2016. I piani Red prevedono chiamate, sms e Giga inclusi anche all’estero. Dal 15 giugno Vodafone estende alle altre offerte il roaming incluso nei Paesi dell’Unione europea. Per quanto riguarda i Paesi non inclusi nel Regolamento Ue o Extra Ue, continuano le tariffe Smart Passport: “Smart Passport Europa e Usa” (60 minuti/60, 200 MB di internet a 3 euro al giorno – solo se utilizzata – nella versione ricaricabile; in quella in abbonamento, allo stesso prezzo, minuti e sms illimitati e 500 MB di internet – con velocità ridotta a 32 Kbps dopo questa quota) e “Smart Passport Mondo” (6 euro al giorno – solo se utilizzata – per 30 minuti/sms/MB).

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi le più importanti storie in Gooruf