“L’ITForum di Rimini è uno dei momenti più importanti a livello nazionale per incontrare i clienti e scambiare con loro opinioni e idee da sviluppare congiuntamente”. Con queste parole si esprime Alessandra Annoni, head of listed products di Banca IMI. Che aggiunge: “Per il 2017 stiamo organizzando una ricca agenda di incontri didattici per promuovere il confronto sui temi che caratterizzano gli scenari globali nel 2017 e diffondere la conoscenza dei principali strumenti di investimento, come i certificate e le obbligazioni”.

Quali prospettive, a suo avviso, ci sono per il segmento dei certificati in Italia?
Il segmento dei certificati di investimento in Italia è in continua crescita ma non è ancora maturo. L’educazione finanziaria è fondamentale per lo sviluppo del mercato. Per questo Banca IMI sta investendo molto sull’attività formativa sia sul territorio (vedasi il roadshow Finanza in Tour – Time for Tea) sia attraverso i canali digitali, grazie alla partecipazione a webinar formativi e alle sezioni formative sul sito www.bancaimi.prodottiequotazioni.com.

Le più recenti emissioni di Banca IMI puntano su Bonus Cap e Cash Collect. Perché?
Abbiamo deciso di puntare su queste tipologie di certificate per la semplicità che le caratterizza e la possibilità di offrire all’investitore uno strumento semplice che gli permetta di investire su un’ampia gamma di sottostanti e ottenere rendimenti positivi anche in caso di lievi ribassi dell’attività finanziaria sottostante in un arco temporale limitato (solitamente non superiore all’anno).

A proposito di Bonus Cap, l’ultima emissione risale a fine aprile. È così?
Il 26 aprile abbiamo quotato otto nuovi Bonus Cap su azioni europee (UniCredit, Eni, Telecom, Nokia, Mediolanum, Peugeot, Banco BPM e Saipem) in modo da offrire all’investitore la possibilità di investire su diversi sottostanti con premi che vanno dal 6,30% di Telecom Italia al 17% di Banco BPM. Affinché venga corrisposto il premio è sufficiente che la relativa azione sottostante, alla data del 19 aprile 2018, abbia un valore maggiore o uguale al Livello Barriera. Info più dettagliate al link https://www.bancaimi.prodottiequotazioni. com/bonus_cap_certificate_apr2017.

Quali altre emissioni avete in calendario?
Intendiamo sicuramente proseguire sulla strada intrapresa delle emissioni di Bonus Cap e Cash Collect, ampliando la gamma di sottostanti e offrendo all’investitore la possibilità di scegliere l’equilibrio rischio/rendimento che meglio si adatta alle proprie esigenze, magari rinnovando anche le tipologie di certificate disponibili.

Negli ultimi anni Banca IMI si è distinta per l’emissione di obbligazioni in valuta estera: perché questa scelta?
Il successo di Banca IMI nell’emissione delle Obbligazioni Collezione è da ricercare nel connubio tra la solidità dell’emittente e l’ampia gamma di obbligazioni che consente all’investitore di diversificare i rischi tra valute differenti. Nel corso dell’ultimo anno, oltre alle emissioni in valute emergenti come il Rublo, il Dollaro Australiano e Neozelandese, Banca IMI si è contraddistinta anche nell’emissione di obbligazioni in Dollari Statunitensi ed Euro. Nonostante l’attuale contesto globale, caratterizzato da tassi estremamente bassi, le emissioni di Banca IMI in Euro e Dollari Statunitensi offrono un’ottima opportunità di investimento, come l’Obbligazione Collezione a Tasso Misto in Dollaro USA serie VI (ISIN XS1555142568), che corrisponde un tasso fisso del 3,75% per i primi 3 anni e un tasso variabile pari al Libor USD 3 mesi + 1,50% (Max 3,75%) per i successivi 3 anni, o l’Obbligazione Collezione a Tasso Misto in Euro serie IV (ISIN XS1551929760), che pagherà un tasso fisso del 2,70% a gennaio 2018, 2019 e 2020 e dal 2021 alla scadenza (25 Gennaio 2027) un tasso annuale variabile legato all’Euribor 3 mesi maggiorato di uno spread dello 0,60% (con Tasso Massimo pari al 2,70). Oltre alle 40 Obbligazioni Collezione attualmente quotate non è da escludere che per l’ITForum 2017 Banca IMI possa incrementare ulteriormente la propria gamma con delle nuove strutture. Per tutti gli aggiornamenti è sempre possibile consultare il sito www.bancaimi.prodottiequotazioni.com o chiamare il numero verde 800.99.66.99.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi le più importanti storie in Gooruf