Ad un importante banchiere si presenta un pretendente alla mano dell’unica figlia. Il candidato di professione fa lo scrittore ed è abituato ad una vita bohemienne.
“Io amerei sua figlia anche se non avesse un soldo.”
“Davvero?”
“Lo giuro.”
“E’ sicuro?”
“Sono sicuro.”
“Tina”, dice il banchiere rivolgendosi alla domestica, “accompagni il signore alla porta. Non voglio rimbambiti in famiglia!”

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi le più importanti storie in Gooruf