Un pensionato di Palermo di 67 anni è il primo risparmiatore italiano ad aver presentato ricorso all’Arbitro delle controversie finanziarie (Acf). Ne dà notizia il Corriere della Sera aggiungendo che la richiesta è giunta all’Acf il 10 gennaio, un giorno dopo l’avvio ufficiale dell’attività dell’Arbitro.

Il ricorso riguarda l’investimento in azioni Banca Popolare di Vicenza, a causa del quale il risparmiatore ha perso 32.000 euro

Il risparmiatore in questione aveva investito una cifra pari al 35% della liquidazione ricevuta al termine della sua attività lavorativa. Comprando 525 azioni della banca al prezzo di 61,6 euro, in prossimità dei massimi assoluti.

Il risparmiatore si è rivolto all’Arbitro non ritenendo sufficiente l’importo offerto dalla banca in sede di transazione.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi le più importanti storie in Gooruf