Diffidate del lungo post che imperversa su Facebook avvertendo che “da domani tutto quello che è pubblicato su Facebook, compresi post eliminati e immagini non autorizzate diventa pubblico”. Il post fa riferimento a un generico cambiamento delle politiche di privacy del social network. Si chiede di non condividerlo ma di incollare nella propria bacheca il messaggio. Cosa che infatti è regolarmente avvenuta e sta avvenendo, apparendo nelle timeline di numerosi utenti.

La Polizia postale avverte sul suo profilo Facebook: “È’ la solita catena diffidate”. La spiegazione è semplice: “Legalmente non vale quello che affermate adesso ma quello che avete accettato al momento della creazione del profilo”.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi le più importanti storie in Gooruf