Dal fondo di sostegno alla natalità arrivando all’ecobonus. Come ricorda Il Sole 24 Ore, sono tante le novità a sostegno delle famiglie contenuta nella Legge di Bulancio 2017, la manovra economica che dalla Camera è ora passata al Senato.

1. Istituito il “Fondo di sostegno alla natalità” con una dotazione di 14 milioni nel 2017, cifra che salirà poi a 24 milioni nel 2018, 23 nel 2019, 13 nel 2020 e 6 a decorrere dal 2021. Il fondo favorirà l’accesso al credito delle famiglie con uno o più figli nati o adottati dal 1° gennaio 2017 in poi, rilasciando garanzie dirette alle banche e agli intermediari finanziari. Dal settimo mese di gravidanza (oppure al momento dell’adozione) le madri potranno presentare all’Inps la richiesta per ottenere il “premio alla nascita”, un contributo di 800 euro una tantum.

2. Previsto, inoltre, un buono per l’iscrizione agli asili nido pubblici o privati. Il buono avrà un importo di mille euro e sarà attribuito – su richiesta a cui dovrà essere allegata anche la ricevuta di pagamento della retta del nido – ai genitori nel limite massimo di 144 milioni di euro per il 2017, 250 milioni per il 2018, 300 milioni per il 2019 e 330 milioni a decorrere dal 2020.

3. Incrementato di 150 milioni il Fondo per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale.

4. Prorogato il congedo obbligatorio per i papà lavoratori dipendenti. Il congedo dovrà essere goduto entro i 5 mesi dalla nascita del figlio. Il congedo “raddoppia” perché si passa da uno a due giorni per il 2017 e si arriverà a un massimo di quattro giorni nel 2018.

5. Prorogato al 31 dicembre 2017 dell’ecobonus per i lavori sulle parti comuni degli edifici condominiali e per le ristrutturazioni edilizie nella misura del 50%.

6. Abbassato a 90 euro all’anno, da 100, il canone Rai, che si pagherà sempre con la bolletta elettrica.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi le più importanti storie in Gooruf