BRUSCA FRENATA PER LE ATTIVITA' DI TRADING – Barclays in allungo sul listino di Londra (dove il titolo guadagnava oltre tre punti percentuali a metà mattinata) dopo che la seconda banca del Regno Unito ha annunciato che il terzo trimestre si è chiuso con un utile ante imposte in calo del 26% a 1,39 miliardi di sterline (dagli 1,87 miliardi di un anno prima).

TAGLIO DEI COSTI – A pesare sl risltato triestrale è stato in particolare il crollo delle entrate da trading, i cui ricavi sono caduti del 44% a 940 milioni di sterline, il minimo del 2011. Il risultato non ha comunque sorpreso il mercato che piuttosto attende di vedere se il rinnovato sforzo del top management guidato dall’amministratore delegato Antony Jenkins per tagliare i costi nell’ultimo trimestre del 2013 e nel 2014 darà i frutti sperati, dopo che nelle scorse settimane Barclays ha dovuto raccogliere 5,8 miliardi di sterline di mezzi freschi tramite un aumento di capitale essendo stato indicato a giugno tra i due istituti che secondo le autorità britanniche debbono mantenere più stringenti parametri patrimoniali.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi le più importanti storie in Gooruf