Snapchat: cosa accomuna un banker di Wall Street e un teenager

L'APP A WALL STREET – All’inizio era il cercapersone. Poi sono arrivati i terminali di Bloomberg e la messaggistica istantanea dei vari smartphone – da Bbm del BlackBerry a Whatsapp. Ora però, come documenta un articolo del New York magazine, la nuova moda che sta spopolando tra i banchieri a Wall Street si chiama Snapchat. L’app mobile, diventata famosa tra gli studenti delle scuole superiori americane lo scorso autunno, sta prendendo piede anche nei piani alti del mondo della finanza.

IMMAGINI EFFIMERE – Niente più spiacevoli licenziamenti dovuti a foto compromettenti con gli amici o immagini troppo osè. Già perché con Snapchat le immagini inviate scompaiono in pochi secondo dopo l’apertura di chi la riceve. Vederla una seconda volta? Impossibile. A meno che, ovviamente, uno non decida in quei pochi secondi di fare lo screenshot della foto e salvarla quindi sul proprio smartphone. Un rischio minimo: tanto basta perché le immagini inviate non finiscano nelle mani del capo.

LA NUOVA MODA – Come riferisce ancora il New York magazine, è impossibile misurare l’attività di Snapchat, dato che l’app non produce reali metriche pubbliche. Ma le tante interviste ai banchieri di Wall Street testimoniano di come l’app stia rapidamente prendendo piede in questi ambienti professionali. Una moda probabilmente importata da giovani neolaureati, già utenti dell’app all’epoca dell’università e che ora continuano a usarla nelle rispettive aziende.

LAVORO E VITA PERSONALE – “Le persone sono state prese alla sprovvista e in alcuni casi licenziate dalla propria società quando Facebook ha modificato di recente le impostazioni sulla privacy, rendendo pubblici i profili degli account”, ha spiegato Patrick Curtis, il fondatore di Wall Street Oasis, un forum popolare tra i giovani lavoratori nel settore finanziario. “Snapchat è la migliore app per condividere e parlare con gli amici in totale libertà”. Insomma, la soluzione ideale per chi non vuole mischiare lavoro e vita personale. E da Wall Street a Piazza Affari il passo è breve.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi le più importanti storie in Gooruf