mercoledì, Febbraio 21, 2024
HomeNewsIl prezzo del gas in Europa: affonda sotto i 40 Euro, ma...

Il prezzo del gas in Europa: affonda sotto i 40 Euro, ma l’inverno mette alla prova la sicurezza energetica

Il prezzo del gas in Europa continua a scivolare, raggiungendo nuovi minimi sul mercato energetico di Amsterdam. Secondo le ultime notizie, il valore del gas è inizialmente in calo a 41 euro, con i future Ttf registrando una quarta seduta consecutiva di diminuzione, cedendo il 5,4% a 40,4 euro al megawattora.

Prezzo del Gas sotto i 40 Euro: Un Novembre di Ribasso

Il calo del mese di novembre ha contribuito a riassorbire l’impennata dei prezzi generata dall’attacco di Hamas a Israele, ma la debolezza della domanda, gli elevati livelli di stoccaggio e i flussi crescenti di gas liquefatto continuano a influenzare il mercato. Tuttavia, la prospettiva è che l’Europa affronterà senza problemi l’inverno, secondo gli esperti del settore.

Indice IGI in Ribasso

L’indice IGI (Italian Gas Index) per il 30 novembre segna un ribasso a 41,73 €/MWh, in calo rispetto al giorno precedente. Questo indice, calcolato dal Gestore dei Mercati Energetici (GME), fornisce una panoramica dei prezzi delle transazioni sul mercato del gas naturale.

Inverno e Mercato del Gas: Una Sfida in Arrivo

Mentre il prezzo del gas è in calo, l’arrivo dell’inverno pone nuove sfide alla sicurezza energetica dell’Europa. Le temperature rigide stanno diffondendosi in tutto il continente, mettendo alla prova i sistemi energetici. Le previsioni indicano freddo per gran parte dell’Europa nelle prossime settimane.

Stoccaggi Pieni Ma Incertezze Persistono

Nonostante le attuali riserve di gas naturale in Germania, Francia e Italia siano quasi piene, l’Agenzia Internazionale per l’Energia avverte che rimangono grandi incertezze prima della prossima stagione di riscaldamento. La capacità massima di riserva dell’Europa copre meno della metà del suo consumo invernale, portando a dubbi sulla fornitura durante un inverno freddo.

Prezzo del gas: Gnl e Volatilità Globale

L’aumento delle importazioni di Gas Naturale Liquefatto (Gnl) rende l’Europa più vulnerabile alla volatilità di questo mercato. La quota totale di Gnl importata è salita al 40%, con il 13% proveniente dalla Russia. La volatilità geopolitica e i timori di carenza nelle forniture contribuiscono all’incertezza.

Prezzo del gas: previsioni e Rischi Futuri

Gli analisti suggeriscono che i prezzi del gas possono oscillare nei prossimi mesi, ma le incertezze geopolitiche e la dipendenza crescente dal Gnl mantengono il mercato instabile. La questione della sicurezza energetica e l’impatto sui prezzi dell’industria europea rimangono temi centrali.

Conclusioni: Prospettive e Allerte

Con le attuali sfide e incertezze, le previsioni indicano un rischio al rialzo asimmetrico per i prezzi del gas in Europa. Gli esperti avvertono che prezzi più alti e volatili potrebbero erodere la competitività dell’industria e influenzare l’inflazione.

In conclusione, mentre il prezzo del gas scivola sotto i 40 euro, le sfide invernali e la dipendenza dal Gnl pongono l’Europa di fronte a una realtà energetica complessa e in continua evoluzione.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments