mercoledì, Febbraio 21, 2024
HomeNewsLagarde: politica monetaria rigida con possibili impatti sui mutui e l'inflazione

Lagarde: politica monetaria rigida con possibili impatti sui mutui e l’inflazione

La presidente della Banca Centrale Europea (BCE), Christine Lagarde, ha smorzato le aspettative dei mercati in una conferenza a Berlino. Mentre molti si aspettavano tagli ai tassi, Lagarde ha dichiarato che non è il momento di cantare vittoria nella lotta contro l’inflazione. Al contrario, ha avvertito che ci si può aspettare un leggero aumento dell’inflazione nei prossimi mesi, escludendo al momento tagli ai tassi e lasciando spazio a possibili nuovi rialzi.

Lagarde: Decisioni Prudenti per Garantire una Politica Monetaria Restrittiva

Lagarde ha sottolineato l’importanza di essere attenti e concentrati sui rischi di un’inflazione persistente. Le decisioni future della BCE, ha affermato, assicureranno che i tassi di policy rimarranno a livelli sufficientemente restrittivi per il tempo necessario. La banchiera centrale ha escluso un ammorbidimento della politica monetaria nel breve termine, dichiarando che occorre rimanere vigili finché non ci sono prove certe per un ritorno sostenibile dell’inflazione all’obiettivo prefissato.

Forze che Influenzano le Dinamiche dei Prezzi: Lagarde Avverte sull’Incertezza

Lagarde ha elencato diverse forze che influenzano le dinamiche dei prezzi, tra cui il riassorbimento dei passati shock energetici, la trasmissione della politica monetaria, la dinamica dei salari e le aspettative di inflazione. Ha sottolineato l’importanza di rimanere concentrati nel riportare l’inflazione all’obiettivo, evitando conclusioni premature basate su sviluppi a breve termine. L’incertezza è alta, e la BCE ha mantenuto i tassi di interesse ai livelli attuali, con porte aperte a nuovi rialzi se necessario.

Isabel Schnabel Sottolinea la Persistenza degli Rischi Inflattivi

Le parole di Lagarde sono state seguite da Isabel Schnabel, membro tedesco del Board della BCE. Schnabel ha dichiarato che le aspettative sull’inflazione a lungo termine segnalano ancora rischi e che il processo di disinflazione richiederà tempo. Prevede che l’inflazione accelererà di nuovo, attribuendo la persistenza alla forza del mercato del lavoro e ai prezzi dei servizi che restano elevati.

Rischi sui Mutui: Lagarde e la Politica Monetaria Rischiano 500.000 Contratti

Il governatore Lagarde ha annunciato una politica monetaria restrittiva, avvertendo che i tassi resteranno alti per diversi trimestri per evitare una seconda ondata di inflazione. Tuttavia, ciò potrebbe mettere a rischio circa 500.000 contratti di mutuo per un controvalore di circa 60 miliardi di euro. Questo colpisce soprattutto le famiglie a basso e medio reddito, con possibili aumenti delle aste immobiliari nel 2024.

Inflazione e Politica Monetaria: La BCE al Bivio

L’andamento dell’inflazione, secondo Lagarde, dipende da vari fattori, e la politica monetaria va adattata di conseguenza. Tuttavia, le decisioni della BCE sembrano orientate verso una politica monetaria restrittiva, con possibili impatti sui mutui e sull’andamento dei prezzi immobiliari. La BCE, pur mostrando preoccupazione per l’inflazione, dovrà bilanciare attentamente il rischio di recessione derivante da una politica monetaria troppo restrittiva.

Conclusioni: La BCE Tra Scelte Difficili e Sfide Economiche

La BCE si trova ad affrontare il dilemma tra mantenere una politica monetaria restrittiva per contenere l’inflazione e il rischio di compromettere la stabilità economica e il settore immobiliare. Mentre Lagarde avverte prudenza, la persistenza dei rischi inflattivi e la possibile incidenza sui mutui aggiungono ulteriori sfide. La politica monetaria sarà cruciale nei prossimi mesi, con la BCE chiamata a trovare un equilibrio delicato tra stabilità economica e controllo dell’inflazione.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments