sabato, Giugno 15, 2024
HomeNewsCaro-vita in Italia: famiglie sempre più indebitate, rischio usura in crescita

Caro-vita in Italia: famiglie sempre più indebitate, rischio usura in crescita

Il caro-vita in Italia sta mettendo a dura prova le famiglie, con un aumento significativo dell’indebitamento. Secondo Assoutenti, nel 2023, il debito medio per ogni cittadino italiano, neonati compresi, ammonta a circa 9.949 euro, mentre il debito medio per ogni nucleo familiare si attesta a 22.674 euro. Questi dati preoccupanti sono accompagnati da un crescente rischio usura, come segnalato dall’associazione.

Caro-vita: aumento dell’indebitamento

L’inflazione nel biennio 2022/2023 ha inflitto una stangata alle famiglie italiane, con un aumento complessivo dei costi di +4.165 euro a famiglia. Un esempio tangibile è il mutuo a tasso variabile da 150.000 euro, che oggi costa quasi 4.400 euro in più all’anno rispetto al 2021. Questi aumenti stanno pesando sui bilanci familiari, costringendo molti a ricorrere a prestiti e finanziamenti.

Crescita esponenziale del credito al consumo

Assoutenti stima che a fine 2023 il valore del credito al consumo raggiungerà la cifra record di 160 miliardi di euro in Italia, registrando una crescita del +220% rispetto a 20 anni fa. Il totale dei mutui accesi dalle famiglie ammonta a 425 miliardi di euro, con 162 miliardi di euro rappresentati dai mutui a tasso variabile.

Caro-vita: impatto sui mutui a tasso variabile

Il dramma si accentua con i continui rialzi dei tassi di interesse imposti dalla Banca Centrale Europea (Bce) negli ultimi due anni. Ad esempio, un mutuo a tasso variabile da 150.000 euro della durata di 25 anni costa oggi +4.380 euro all’anno rispetto al 2021, con una rata mensile salita in media di +365 euro. Questo fenomeno contribuisce all’escalation del sovraindebitamento e al rischio usura.

Caro-vita: allarme e appuntamento a Expo Consumatori 2023

L’associazione Assoutenti lancia un forte allarme sul sovraindebitamento e il rischio usura che stanno diventando una realtà quotidiana per molte famiglie italiane. Per affrontare questa delicata situazione, si terrà dal 12 al 14 dicembre a Portici (NA) l’Expo Consumatori 2023. In questo evento, consumatori, istituzioni e autorità discuteranno delle iniziative necessarie per creare un’economia più sostenibile e vicina ai bisogni della popolazione.

Cresce la paura dell’usura

L’associazione mette in guardia sul fenomeno dell’usura, definendolo “carsico”, difficile da individuare e combattere. La paura di rivolgersi alle forze dell’ordine è diffusa tra le vittime, spesso minacciate e preoccupate per la propria sicurezza fisica e quella dei propri cari.

Prospettive per il futuro

Nonostante le difficoltà attuali, le prospettive future non sembrano promettere cali nei tassi di interesse nel breve termine. Tuttavia, si registra un leggero rallentamento dell’inflazione, con l’attesa di dati a novembre che potrebbero mostrare un passaggio dal 2,9% al 2,8% annuo nell’Eurozona.

In conclusione, il caro-vita in Italia sta plasmando profondamente la vita finanziaria delle famiglie, con l’indebitamento in aumento e il rischio usura sempre più presente. L’Expo Consumatori 2023 si propone come un’occasione cruciale per discutere soluzioni e strategie che possano portare a un’economia più sostenibile e alla riduzione del carico finanziario sulle famiglie italiane.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments