giovedì, Maggio 30, 2024
HomeNewsBce: crescita economica pronta a risollevarsi dal 2024, inflazione temporaneamente in aumento

Bce: crescita economica pronta a risollevarsi dal 2024, inflazione temporaneamente in aumento

Nel terzo trimestre del 2023, l’area ha sperimentato una leggera contrazione economica, principalmente a causa di cali nelle scorte. Gli indicatori di breve periodo disponibili suggeriscono che la debolezza nell’attività economica potrebbe protrarsi nel quarto trimestre del 2023. Tuttavia, la BCE prevede un positivo cambiamento di tendenza dall’inizio del 2024.

Bce: rafforzamento dell’espansione economica

La BCE anticipa che l’espansione economica si rafforzerà grazie all’aumento del reddito disponibile reale. Questo sarà sostenuto da una combinazione di inflazione in diminuzione, una robusta crescita dei salari e la stabilità dell’occupazione. La dinamica delle esportazioni si allineerà ai miglioramenti della domanda estera.

Temporaneo aumento dell’inflazione

L’istituto di Francoforte avverte che potrebbe verificarsi un aumento temporaneo dell’inflazione nel breve termine, attribuibile agli effetti base al rialzo dei prezzi dei beni energetici. Tuttavia, le proiezioni di dicembre 2023 indicano che, nonostante questo aumento, il processo di disinflazione per la componente di fondo dovrebbe continuare.

Bce: impegno per il ritorno all’obiettivo del 2%

Il consiglio direttivo della BCE è fermamente impegnato a garantire un ritorno tempestivo dell’inflazione all’obiettivo del 2 per cento nel medio termine. Basandosi sulla valutazione corrente, ritiene che mantenere i tassi su livelli restrittivi per un periodo sufficientemente lungo contribuirà in modo sostanziale a questo obiettivo.

Crescita economica e domanda estera

Nel secondo bollettino, la BCE sottolinea che i dati più recenti del quarto trimestre del 2023 indicano una crescita economica probabile moderata, mentre il mercato del lavoro potrebbe subire un rallentamento. Tuttavia, si prevede che la crescita inizi a riprendersi all’inizio del 2024, a condizione che non ci siano ulteriori shock.

Riduzione degli effetti di condizioni sfavorevoli

La riduzione degli effetti di condizioni di finanziamento sfavorevoli contribuirà al recupero economico. Il calo dell’inflazione è visto come un fattore positivo per l’aumento dei redditi reali. Inoltre, la BCE prevede che la crescita dell’export dovrebbe allinearsi al miglioramento della domanda estera.

Prospettive e previsioni economiche della BCE

Nonostante la persistente contrazione nella manifattura e un rallentamento nei servizi nel quarto trimestre del 2023, la BCE prevede che gli investimenti delle imprese si contrarranno, ma l’espansione economica si rafforzerà dall’inizio del 2024.

Proiezioni sul PIL

Le proiezioni economiche pubblicate a dicembre 2023 indicano che il PIL dell’area euro dovrebbe attestarsi all’0,6% nel 2023, salire all’0,8% nel 2024 e raggiungere l’1,5% nel 2025 e nel 2026.

In sintesi, la BCE è fiduciosa che, senza ulteriori shock, la crescita economica prenderà slancio dall’anno in corso, portando a un recupero graduale ma robusto nei prossimi anni. La Banca Centrale Europea rimane impegnata a sostenere l’economia e a raggiungere i suoi obiettivi di inflazione nel medio termine.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments